Blog


Il colloquio di lavoro online: suggerimenti per affrontarlo al meglio

12-07-2020

I colloqui di lavoro online stanno diventando una nuova prassi nelle tecniche di selezione. Le aziende cercano un modo per automatizzare i processi di reclutamento, o quanto meno per accelerarli. Organizzare colloqui online è così un modo per aggiungere praticità ed efficienza al processo di recruiting a beneficio di tutte le parti coinvolte, permettendo ad esempio anche a candidati fuori sede di poter applicare e sostenere la selezione.

La recente situazione di lockdown causata dalla pandemia Covid-19, con la successiva ripartenza delle diverse attività economiche, ha dato un’ulteriore spinta verso l’adozione di nuove modalità di lavoro e di relazione, incoraggiando anche le risorse umane ad adottare gli strumenti digitali per l’interazione con i candidati.

Ancora oggi, tuttavia, sono in molti a non aver mai sostenuto un colloquio on line: ecco come prepararsi per affrontarlo al meglio ed evitare gli errori più comuni.

Le basi da cui partire

I suggerimenti primari per una corretta partecipazione ad un colloquio di lavoro online possono sembrare raccomandazioni scontate. Tuttavia, si rimane sorpresi dal numero di persone che partecipano a questo tipo di appuntamento vestite in modo inappropriato o con un animale domestico nella stanza, pronto a disturbare. Per cui, preparatevi adeguatamente seguendo con attenzione questi consigli:

  1. Vestitevi in modo appropriato, come se il colloquio avvenisse di persona. Giacca e cravatta possono risultare eccessivi, ma indossare una camicia, truccarsi o regolare la barba definirà agli occhi del selezionatore la cura con cui vi siete preparati all’incontro.
  2. Scegliete un’area tranquilla della casa in cui posizionarvi, ordinata e professionale. Chiudete bene la porta così da evitare interferenze da parte di animali domestici, bambini e altri con cui condividete gli spazi domestici.
  3. Non dimenticate di prestare attenzione al fuso orario qualora si trattasse di una selezione internazionale.

Per ottimizzare al massimo le probabilità di successo

Ora che abbiamo definito le basi, ecco alcuni accorgimenti che possono risultare preziosi per rendere l’intervistatore più conciliante nel porre domande e migliorare la vostra esperienza di colloquio virtuale.

Non distraete il selezionatore

Conducete l’intervista lontano da finestre aperte, da cui potrebbe arrivare del rumore, utilizzate uno sfondo neutro (nessun quadro stravagante alle vostre spalle, ad esempio!) e non muovetevi troppo sulla sedia.

Anche l’illuminazione è importante: prediligete luci artificiali da orientare e testare prima del colloquio, così che l’intervistatore possa vedervi bene in faccia.

Mantenete il contatto visivo

Prima di tutto, posizionatevi all’altezza giusta: tavoli e computer di solito sono troppo bassi e la fotocamera non è quindi puntata direttamente sugli occhi. Per ovviare a questo problema, fate delle prove abbassando la sedia e/o posizionando dei libri sotto il monitor – in modo da mantenere il contatto visivo diretto con il selezionatore.

Mettetevi al riparo dagli imprevisti

Prima del colloquio, verificate con l’aiuto di un amico che la connessione internet funzioni bene e prendete confidenza con il tool che utilizzerete per connettervi. Testate anche il funzionamento delle cuffie e del microfono, per essere certi di non avere distrazioni durante la chiacchierata. Chiedete sempre un numero di telefono alternativo da contattare in caso di mancanza di connessione, per farvi trovare preparati anche di fronte al “peggiore” degli imprevisti!

Assunzioni 2020 per Postini

08-02-2020

assunzioni 2020 per Postini

Aperto un nuovo recruiting Poste Italiane per assumere Postini che lavoreranno durante l’inverno 2020.

Le assunzioni per Portalettere vengono effettuate con contratto di lavoro a tempo determinato, per le esigenze legate alla copertura del personale assente, ai picchi di stagione, alle necessità di risorse umane per specifici uffici e zone.

Le selezioni interessano tutto il territorio nazionale. Sono rivolte a candidati Diplomati o Laureati e non è richiesta esperienza. La raccolta delle candidature avviene online, tramite la sezione web Poste Italiane Lavora con noi.

POSTE ITALIANE

Poste italiane S.p.A. è una delle più importanti società italiane di servizi e si occupa della gestione del servizio postale e della corrispondenza nel nostro Paese contando su una rete capillare di uffici postali. La società per azioni, il cui capitale è detenuto al 100% dallo Stato italiano tramite il Ministero dell’Economia e delle Finanze, propone anche servizi finanziari, investimenti, bancoposta, servizi assicurativi e per la telefonia mobile. La nuova campagna di recruiting per Portalettere rientra nel piano assunzioni Poste Italiane 2015 – 2020, che prevede la creazione di ben 8Mila posti di lavoro in Poste, di cui 4Mila per i giovani.

SELEZIONI PER POSTINI INVERNO 2020

Da qualche anno, per queste assunzioni Poste Italiane prende in considerazione sia candidati Diplomati sia Laureati, e ha definito una votazione minima per il titolo di studio, quindi la selezione si fa ancora più stringente. Non sono previsti limiti di età, anche se in linea generale l’azienda preferisce dare spazio ai giovani, ma è indispensabile indicare il voto relativo al titolo di studio, in assenza del quale le candidature non saranno prese in considerazione.

POSTE ITALIANE ASSUNZIONI E CONTRATTO

I nuovi posti di lavoro per Portalettere prevedono l’inserimento mediante Contratti a Tempo Determinato CTD, per la prossima stagione invernale, a partire dal mese di dicembre. Si tratta di un lavoro temporaneo (non a tempo indeterminato) a carattere stagionale e, generalmente, il contratto ha una durata di 3 o 4 mesi. Dunque è probabile che i candidati selezionati saranno impiegati almeno per i mesi di dicembre 2019, gennaio 2020, febbraio 2020 e marzo 2020.

Lo stipendio non viene precisato negli annunci ma in base ad esperienze precedenti, si parla di circa 1.100 Euro al mese. La suddivisione dei posti di lavoro tra Regioni e Province saranno individuate nell’ambito delle Aree Territoriali indicate in base alle esigenze aziendali.

LAVORO PER PORTALETTERE

I Postini si occuperanno del recapito postale (pacchi, lettere, buste, consegna raccomandate, documenti ecc.) nell’area di propria competenza.

RequisitiPer lavorare come Postini per Poste Italiane occorre possedere i seguenti requisiti:
– essere diplomati o laureati, in particolare possedere un diploma di scuola media superiore con voto minimo 70/100 oppure diploma di laurea, anche triennale, con voto minimo 102/110;
– patente di guida in corso di validità;
– idoneità alla guida del motomezzo aziendale (generalmente è il motorino Piaggio liberty 125 cc);
– certificato medico di idoneità generica al lavoro rilasciato dalla USL/ASL di appartenenza o dal proprio medico curante (con indicazione sullo stesso certificato del numero di registrazione del medico presso la propria USL/ASL di appartenenza);
– per la sola provincia di Bolzano, patentino del bilinguismo.
Non sono richieste conoscenze specifiche.

SEDI LAVORATIVE PER POSTINI

Le selezioni sono aperte per la copertura di posti di lavoro Poste in tutta Italia, dal Nord al Centro e al Sud, nelle seguenti province:

Lombardia – Varese, Como, Sondrio, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia, Cremona, Mantova, Lecco, Lodi, Monza e Brianza;
Piemonte – Torino, Vercelli, Novara, Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Verbano Cusio Ossola;
Valle d’Aosta – Aosta;
Liguria – Imperia, Savona, Genova, La Spezia;
Veneto – Verona, Vicenza, Belluno, Treviso, Venezia, Padova, Rovigo;
Friuli Venezia Giulia – Udine, Gorizia, Trieste, Pordenone;
Trentino Alto Adige – Trento, Bolzano;
Emilia Romagna – Parma, Bologna, Ravenna, Forlì Cesena, Rimini, Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Ferrara;
Marche – Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, Fermo;
Toscana – Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Firenze, Livorno, Pisa, Arezzo, Siena, Grosseto, Prato;
Molise – Campobasso, Isernia;
Puglia – Foggia, Bari, Taranto, Brindisi, Lecce, Barletta Andria Trani;
Basilicata – Potenza, Matera;
Lazio – Viterbo, Rieti, Roma, Latina, Frosinone;
Abruzzo – L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti;
Sardegna – Sassari, Nuoro, Cagliari, Oristano, Olbia Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia Iglesias;
Sicilia – Trapani, Palermo, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Catania, Ragusa, Siracusa;
Umbria – Perugia, Terni;
Campania – Caserta, Benevento, Napoli, Avellino, Salerno;
Calabria – Cosenza, Catanzaro, Reggio di Calabria, Crotone, Vibo Valentia.

Si può scegliere una sola area territoriale di preferenza.

PROCESSO DI SELEZIONE PER POSTINI

Come avvengono le selezioni? Da qualche anno, Poste italiane ha introdotto una nuova procedura selettiva, che, generalmente, prevede un test online che i candidati devono affrontare dopo aver inviato il cv in risposta agli annunci di lavoro. Il processo di selezione si svolge, solitamente, in 3 fasi, a cui possono accedere solo i candidati che hanno inviato il cv online e risultano idonei, così articolate:

1) Prima di tutto si riceve una telefonata delle Risorse Umane Territoriali di Poste Italiane, che annuncia l’avvio dell’iter selettivo.
2) Poi, si riceve una convocazione per effettuare un test di ragionamento logico presso una sede dell’azienda. Oppure si riceve una e-mail all’indirizzo di posta elettronica indicato in fase di candidatura. Questa e-mail consiste nell’invito ad effettuare il test online. L’e-mail sarà spedita dalla Società Giunti OS (info.internet-test@giuntios.it) – la quale è stata incaricata da Poste Italiane per la somministrazione del test di recruiting – e conterrà l’indirizzo internet a cui collegarsi per effettuare la prova via web e tutte le spiegazioni necessarie per il suo svolgimento.

3) Chi supera il test in sede o via web, viene contattato dal personale di Poste Italiane per il completamento della seconda fase del processo di selezione. Questa comprende un colloquio e la prova pratica di guida che sarà effettuata su un motomezzo 125 cc a pieno carico di posta, il cui superamento è condizione essenziale senza la quale non potrà aver luogo l’assunzione. In caso di somministrazione del questionario online, è prevista, prima dell’intervista, una verifica in aula del test svolto da casa, in forma breve, presso una delle sedi aziendali.

Vi consigliamo di verificare periodicamente la casella di posta elettronica dopo aver effettuato la candidatura.

RICHIESTE INFORMAZIONI

Eventuali richieste di chiarimenti sulla selezione non devono essere inviati alla Società Giunti OS ma esclusivamente all’indirizzo evidenziato nel testo della mail.

COME CANDIDARSI

Gli interessati alle assunzioni Poste possono inviare il proprio curriculum vitae tramite la sezione Poste Italiane “lavora con noi” del sito web aziendale, dove vengono segnalate le posizioni aperte per Postini. Le candidature per i posti di lavoro per Postini relativi alla campagna di recruiting inverno 2020 devono essere inviate entro il giorno 8 dicembre.

ATTENZIONE: Poste Italiane lascia visibili gli annunci nei periodi in cui ha necessità di raccogliere nuove candidature. E’ possibile che vengano inseriti o tolti a distanza di giorni o settimane in funzione delle esigenze di risorse che si vengono a creare. In qualsiasi momento è comunque possibile inviare una candidatura spontanea.

Concorso Pubblico Bidelli 2019 in tutta Italia

18-11-2019

Bidella

Concorso Pubblico Bidelli, personale ATA: i bandi saranno pubblicati dagli Uffici Scolastici Regionali, il termine di presentazione delle domande è di 30 giorni dalla data di pubblicazione da parte dei vari uffici. E’ necessario informarsi presso l’ufficio di riferimento della propria zona di residenza. I bandi vengono pubblicati, solitamente, in questo periodo dell’anno.

I Bidelli fanno parte del personale ATA, ecco la classificazione:

  • Tabella A – collaboratori scolastici (bidelli);
  • Tabella As – collaboratori scolastici addetti all’azienda agricola;
  • Tabella B – assistenti amministrativi, tecnici, cuochi degli istituti professionali, infermieri e guardarobieri;
  • tabella D – direttori dei servizi generali amministrativi (i cosiddetti DSGA).

Vediamo alcuni estratti del bando ufficiale:


2.3 – Per essere ammessi al concorso i candidati devono. Possedere il seguente titolo di studio di cui alla sequenza contrattuale sottoscritta il 25/7/2008 richiesto per l’accesso al profilo di collaboratore scolastico. – 1) – Diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale. 2) – Diploma di maestro d’arte. 3) – Diploma di scuola magistrale per l’infanzia. 4) – Qualsiasi diploma di maturità. 5) – Attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle regioni.

2.1 – Per essere ammessi al concorso, i candidati non inseriti nella graduatoria permanente per le assunzioni a tempo indeterminato devono essere in possesso dei seguenti requisiti:


a) essere in servizio in qualità di personale A.T.A. a tempo determinato nella scuola statale nella medesima provincia e nel medesimo profilo professionale cui si concorre.

b) il personale che, eventualmente, non sia in servizio all’atto della domanda nella medesima provincia e nel medesimo profilo professionale cui concorre, non perde la qualifica di “personale A.T.A. a tempo determinato della scuola statale”, come sopra precisato, se inserito negli elenchi provinciali per le supplenze della medesima provincia e del medesimo profilo cui si concorre.

c)concorso pubblico bidelli. Il personale che non si trovi nelle condizioni di cui alla precedente lett. a). Né nelle condizioni di cui alla precedente lett. b) conserva, ai fini del presente bando, la qualifica di “personale A.T.A. a tempo determinato della scuola statale” se inserito nella terza fascia delle graduatorie di circolo o di istituto per il conferimento delle supplenze temporanee della medesima provincia e del medesimo profilo cui si concorre; 2.2 – Per essere ammessi al concorso i candidati devono, altresì, possedere: a) una anzianità di almeno due anni di servizio (24 mesi, ovvero 23 mesi e 16 giorni, anche non continuativi; le frazioni di mese vengono tutte sommate e si computano in ragione di un mese ogni trenta giorni e l’eventuale residua frazione superiore a 15 giorni si considera come mese intero)

d)concorso pubblico bidelli. Ai fini del presente articolo il servizio prestato nelle scuole italiane all’estero, certificato dalla competente autorità del Ministero degli Affari Esteri, è equiparato al corrispondente servizio prestato in Italia. e) ai fini del presente articolo il servizio prestato in qualità di “collaboratore scolastico” e “assistente amministrativo” nelle Accademie, Conservatori di Musica e negli Istituti Superiori delle Industrie Artistiche dello Stato viene considerato valido ai fini dell’ammissione ai concorsi per soli titoli di cui all’art. 554 del D.Lvo 297/94 fino all’anno accademico 2002/03. A decorrere dall’anno accademico 2003/04 il servizio di cui trattasi, poiché prestato in profili professionali di un diverso comparto rispetto a quello della scuola, è assimilato a “servizio prestato in altre Amministrazioni”.

Titoli di studio richiesti:

Attestato di qualifica professionale, anche parificato.
Diploma di qualifica professionale, anche parificato.
Diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale.
Diploma di maestro d’arte.
Diploma di scuola magistrale per l’infanzia.
Qualsiasi diploma di maturità.
Per il bando integrale visitare il sito del provveditorato dell’istruzione della vostra zona (Provincia). In ogni caso è possibile richiedere informazioni presso gli uffici scolastici.

La data che si trova sul bando ufficiale non è quella di scadenza ma quella di approvazione.

Lavorare nelle navi: più di 6500 nuovi posti con ottimo stipendio

14-04-2019

Al giorno d’oggi sono tanti i lavori da poter svolgere nelle navi crociera o nelle navi cargo,ovvero quelle navi senza limiti di dimensioni e dalla qualsiasi forma, che trasportano merci tra i diversi porti.
I vari impieghi sulle navi crociera, vanno dai bar, alla vendita, ai ristoranti, all’area dell’intrattenimento, del fitness, e tanti altri ancora, invece sulle navi da cargo si può trovare impiego come addetti alle operazioni di imbarco, di sicurezza, di viaggio, di stoccaggio e altre.

- D’Amico Società di Navigazione, un grande gruppo internazionale, leader mondiale nel settore dei trasporti marittimi sia di carichi secchi che liquidi, la quale assume personale ai quali offrire un contratto con una retribuzione che può arrivare anche ai 2.500 euro mensili. Chiunque fosse interessato potrà consultare la seguente pagina
- MSC Crociere, la compagnia leader nel settore delle navi crociera nel Mediterraneo che al momento consta di 15.500 dipendenti in tutto il mondo. Al momento, l’azienda offre opportunità di lavoro a bordo delle sue navi. Chiunque fosse interessato e voglia ricevere ulteriori informazioni potrà consultare la seguente pagina
- Costa Crociere S.P.A. ovvero la compagnia internazionale leader mondiale nel settore viaggi- vacanza, che ad oggi conta 19.000 dipendenti, e che annualmente assume personale. Per poter visualizzare le posizioni aperte al momento, visitate la seguente pagina

Come Candidarsi:

Candidarsi ad una delle varie posizioni lavorative messe a disposizione dalle aziende appena elencate, è alquanto semplice e non necessita di una grande preparazione informatica; basta infatti recarsi all’interno di uno dei siti ufficiali, cliccare sulla mansione scelta e infine seguire tutte le indicazioni (solitamente si tratta di compilare dei dati e inviare il curriculum vitae).
Desideriamo ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).

Poste Italiane: 10Mila assunzioni, Piano 2018 – 2022

20-01-2019

La società di servizi postali ha lanciato il nuovo Piano Strategico 2018 – 2022, un programma di crescita e sviluppo che creerà anche occupazione. Si prevede, infatti, che genererà ben 10Mila posti di lavoro entro i prossimi 5 anni.

Ecco tutte le informazioni e cosa sapere sulle assunzioni Poste Italiane che saranno effettuate.

A dare la notizia è l’azienda stessa, attraverso un recente comunicato pubblicato sul portale web www.posteitaliane.it. La nota presenta il Piano 2018 – 2022 Poste Italiane, rendendo pubbliche le linee strategiche per lo sviluppo del Gruppo PI entro i prossimi 5 anni. Si tratta del progetto ‘Deliver 2022’, un programma quinquennale finalizzato a massimizzare il valore della rete di distribuzione della società, incrementare i ricavi, gli utili e le attività finanziarie, e aumentare il risultato operativo.

Per raggiungere questi obiettivi il Gruppo prevede varie iniziative che riguarderanno le quattro principali aree in cui opera, ovvero Corrispondenza – Pacchi – Distribuzione, Pagamenti – Mobile – Digitale, Servizi Finanziari e Servizi Assicurativi. Queste misure metteranno in atto una trasformazione incentrata sui dipendenti e sui sistemi tecnologici principali, per rispondere al meglio all’evoluzione dei bisogni dei consumatori e confermare la posizione di primaria importanza della società nella distribuzione a livello nazionale.

La ricaduta occupazionale del Piano Strategico Deliver 2022 sarà davvero notevole. Permetterà, infatti, di incrementare notevolmente l’organico aziendale, creando 10Mila nuovi posti di lavoro Poste Italiane.

NUOVI POSTI DI LAVORO E FORMAZIONE PER IL PERSONALE

Dei 10.000 posti di lavoro in Poste Italiane previsti dal programma assunzionale 2018 2022, circa il 50% sono rivolti all’inserimento di esperti in ambito finanziario ed assicurativo in azienda. La restante parte delle assunzioni riguarderà professionisti qualificati in vari ambiti. Non mancheranno le opportunità di inserimento anche per giovani talenti tramite tirocini.

I nuovi assunti potranno sostituire, in parte, i dipendenti del Gruppo che andranno in pensione. Poste Italiane, infatti, prevede il pensionamento di circa la metà dei lavoratori attualmente impiegati entro i prossimi 10 anni.

Per rendere sempre più competitive le proprie risorse, l’azienda prevede anche programmi di sviluppo, percorsi di formazione e iniziative specifiche per accrescerne le competenze tecniche e gestionali. Oltre a nuove misure di gestione delle prestazioni e di incentivazione per il personale

Per quanto riguarda, inoltre, i dipendenti già in servizio, 4.500 saranno riassegnati a un ruolo commerciale di front line. Inoltre, diversi collaboratori saranno riqualificati mediante appositi percorsi formativi, per i quali è stato stimato un monte ore di 20 milioni per i prossimi 5 anni.

“Nel corso del periodo di esecuzione del piano Deliver 2022 assumeremo circa 10.000 professionisti qualificati – ha dichiarato Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di PI – e formeremo il personale in servizio per dotarlo delle competenze, degli strumenti e degli incentivi necessari per completare il nostro processo di trasformazione”.

Per completezza mettiamo a disposizione il Comunicato Stampa ufficiale che presenta il Piano Strategico e le assunzioni in Poste Italiane 2018 – 2022.

IL GRUPPO

Vi ricordiamo che Poste Italiane SpA è nata come azienda pubblica nel 1862, per opera del Governo Italiano. In seguito alla privatizzazione avvenuta negli anni ’90, è divenuta una Società per Azioni ed oggi è quotata in Borsa Italiana. Il Gruppo, che si occupa della gestione del servizio postale nel nostro Paese, è uno tra i maggiori che operano nel settore dei servizi in Italia. Attualmente impiega circa 138.000 dipendenti.

CANDIDATURE

Gli interessati alle future assunzioni Poste Italiane e alle offerte di lavoro attive possono candidarsi visitando la pagina dedicata alle carriere e selezioni del Gruppo (Lavora con noi). Dalla stessa è possibile consultare le posizioni aperte e candidarsi online, inviando il cv tramite l’apposito form.

Vi ricordiamo, inoltre, che periodicamente Poste Italiane assume Postini / Portalettere ed Addetti allo Smistamento, per la copertura di posti di lavoro negli uffici postali. Per ulteriori informazioni su reclutamento, selezioni e contratti offerti potete leggere la nostra breve guida su come lavorare in Poste Italiane.